Assicuratore Digitale, Assicurazione Casa, Cane e Gatto, Casa e Tempo Libero

L’ASSICURAZIONE DEL CANE E’ OBBLIGATORIA?

“Il mio piccolo cane – un battito di cuore ai miei piedi.”

Edith Wharton

Lo sapevi che che gli animali che accompagnano le vite di noi Italiani sono ben 60 milioni, tra i quali ci sono 7 milioni di cani?

Dolci, coccoloni, ma anche esuberanti e protettivi, i cani sono di gran lunga l’animale domestico più soggetto al problema dei danni a terzi, sia in casa che al di fuori delle mura domestiche.

Fino al 2009 esisteva una sorta di black list di razze di cani considerate pericolose, o più precisamente dall’aggressività non controllata, che erano soggette all’obbligo di stipula di una polizza Rc per danni a terzi causati dal cane stesso. Successivamente questa lista nera è stata cancellata, poiché l’Ordinanza fece prevalere il concetto che i padroni dei cani siano sempre responsabili, civilmente e penalmente, dei danni o delle lesioni provocati dal proprio animale, a prescindere dalla razza. Con l’abrogazione della black list delle razze pericolose è di conseguenza caduto l’obbligo di assicurare i cani che ne facevano parte.

Tuttavia, l’articolo 3 comma 4 dell’ordinanza del 6 agosto 2013 emanata dal Ministero della Salute (e confermata successivamente), ha sancito che i proprietari dei cani inseriti nel Registro dei cani dichiarati a rischio elevato di aggressività compilato e aggiornato dai servizi veterinari, devono obbligatoriamente sottoscrivere una polizza di responsabilità civile per danni contro terzi causati dal proprio animale.

Oggi, quindi, l’assicurazione per il cane è obbligatoria solo dietro segnalazione del veterinario e solo nel caso in cui l’animale, al di là della razza e della taglia, si sia reso protagonista di episodi di morsicatura e aggressione o mostrato un carattere incline alla violenza o comunque poco equilibrato, finendo nell’apposito Registro.

E in viaggio?

In tutti gli altri casi l’assicurazione resta facoltativa, anche se vivamente consigliata: ricordiamo infatti che per l’articolo 2052 del Codice Civile il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso, è responsabile dei danni cagionati dallo stesso, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito.

Molte assicurazioni animali hanno una copertura valida in tutto il mondo o quasi (alcune prevedono un esclusione di Stati Uniti, Canada e Messico, che hanno regole molto specifiche). Se porti il tuo cane con te in vacanza non avrai quindi problemi, e sarà assicurato ovunque si trovi.

Costi e copertura delle polizze

Di solito si tratta di una cifra molto contenuta che può variare, come detto, a seconda della tipologia di copertura che può essere più o meno ampia.

Indicativamente il premio per questo tipo di polizza può variare dai 50 ai 100 euro l’anno per una copertura base e si può arrivare a cifre più elevate se si aggiungono coperture integrative o massimali più importanti.

Assicurare un cane per la sola responsabilità civile ha un costo medio che si aggira intorno ai 65 euro l’anno. Con questa spesa è possibile avere un rimborso dei danni causati dall’animale a terzi, siano essi persone, altri animali o beni. 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.