Assicuratore Digitale, Infortuni, Salute e Famiglia

ASSICURAZIONE SANITARIA: Cosa Serve?

“Una mela al giorno toglie il medico di torno. Basta avere una buona mira.”


SIR WINSTON CHURCHILL

Gli Italiani sono sempre più rassegnati a preferire le scorciatoie per curarsi.

Così aprono spesso e volentieri il portafogli per pagarsi visite specialistiche ed esami del sangue.

Battono perfino gli inglesi che notoriamente virano sul privato perché hanno da sempre una sanità pubblica non invidiabile.

In un recente studio sono state messe a confronto le preferenze di italiani ed è emerso che l’80% dei nostri connazionali ha pagato di tasca propria almeno una volta nel corso della vita un esame o una visita specialistica (escluso quelle dentistiche dove il medico privato è ormai una prassi). Un 45%, cioè quasi la metà degli intervistati, ha affermato di aver snobbato almeno 5 volte le prestazioni sanitarie che avrebbero potuto ottenere a minor costo o gratuitamente.

Queste cifre non devono però far credere che gli italiani abbiano le mani bucate. Al contrario, i soldi li spendono per evitare tempi di attesa biblici, per ottenere qualità dei servizi e anche per risparmiare.

E’ giusto ed opportuno dover aspettare 7 mesi per un’ecografia all’addome, come succede a Torino?

E oltre l’attesa, c’è anche la batosta dei contributi da pagare, ormai così alti, che spesso si spende meno senza passare dalla mutua.

Un’assicurazione sanitaria può essere una valida soluzione!

Si tratta di una polizza che copre le spese sostenute nella sanità privata in caso di malattia o infortunio. È una copertura facoltativa, che viene scelta in tutti quei casi in cui si preferisca avere un’alternativa rispetto alla sanità pubblica, o per tutelarsi da eventuali imprevisti e problemi di salute in caso di viaggi. 

Cosa copre?

Un’assicurazione sanitaria copre diverse tipologie di spesa, stabilite dal contratto.

Le assicurazioni più classiche coprono: 

  • I check-up relativi all’indagine su una sospetta malattia
  • Gli esami e le cure relativi a una malattia
  • Gli esami e le cure relativi a un incidente
  • I ricoveri ospedalieri per malattia o incidente
  • Gli interventi chirurgici

Sempre restando a una polizza sanitaria di tipo più tradizionale, ecco invece le spese non coperte:

  • Interventi estetici.
  • Interventi per difetti fisici o malattie preesistenti.
  • Spese dentistiche (a parte quelle derivanti da incidenti o malattie gravi).
  • Spese per un nutrizionista o altre consulenze relative alla dieta.
  • Incidenti o malattie derivanti da dipendenza o abuso di alcol, droghe, psicofarmaci.

I vari tipi di polizza sanitaria

Le compagnie assicurative propongono varie polizze sanitarie, che possiamo raggruppare in diverse categorie: 

  • Assicurazione tradizionale: un tipo di assicurazione medica per il singolo o per tutta la famiglia, che in genere si conforma a quanto detto nel capitolo precedente.
  • Assicurazione infortunio: una polizza sanitaria specifica per gli infortuni, ad esempio quelli che possono avvenire mentre si è alla guida.
  • Assicurazione per invalidità permanente: in caso di invalidità permanente, prevede un indennizzo in denaro.
  • Assicurazione per Non-autosufficienza: al venir meno della capacità di svolgere le mansioni quotidiane, viene erogata una rendita vitalizia
  • Assicurazione di prevenzione: ti permette di monitorare il tuo stato di salute con check up, esami del sangue annuali ed esami di alta diagnostica.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.